Sorgenia

IN DIRETTA CON ENERGIE SENSIBILI

venerdì 20 aprile 2012

I blue jeans saranno… green!

Il processo di produzione dei jeans, sin dalle sue origini, ha sempre avuto un grande impatto sull’ambiente, poiché durante la lavorazione vengono sfruttate risorse naturali in misura consistente e si utilizzano sostanze nocive per il territorio. Per esempio, la quantità di acqua necessaria, a partire dalla coltivazione del cotone fino alla tintura dei pantaloni, ammonta a 3.500 litri per ogni paio di jeans.

Una nota ditta produttrice ha ideato, a questo proposito, un interessante progetto consistente nell’utilizzo di un tipo di cotone chiamato Better coton, coltivato in maniera ecocompatibile, ossia risparmiando acqua, assicurando condizioni migliori ai lavoratori dei campi e riducendo i pesticidi presenti nel terreno. In questo modo si tutelano sia l’ambiente sia i diritti umani, inoltre si garantisce un buon incremento dei profitti agricoli.

E visto il largo consumo dei jeans, si tratta di un’iniziativa che sarebbe bene si diffondesse molto nel settore, ripensando ogni processo produttivo nel rispetto dell’ambiente, in funzione di un futuro maggiormente sostenibile.

Fonte: Sviluppoenergetico.it

Subscribe to EcoPensiero – efficienza e sostenibilità by Email

DeliciousFacebookLinkedInOknotizieShare