Sorgenia
  • I temi di SorgeniaBlog

  • IN DIRETTA CON ENERGIE SENSIBILI

    mercoledì 22 febbraio 2012

    Guadagnare… differenziando!

    Chi l’avrebbe mai detto che fare la raccolta differenziata avrebbe potuto fruttare economicamente?

    È questa l’idea che hanno messo in campo alcuni Comuni italiani per incentivare questa buona pratica educativa e rispettosa sia dell’ambiente che della collettività.

    L’iniziativa si basa su un meccanismo molto semplice: ogni sacco di rifiuti da riciclare consegnato alle aziende incaricate viene ‘ricompensato’, in funzione del peso, con un monte punti o rimborsi in denaro.

    Incredibile il successo della proposta, che sta rendendo tra i più virtuosi i Comuni che l’hanno attuata.

    Ecco quindi tre esempi di ‘raccolta differenziata a punti’, attivati in altrettanti Comuni:

    • Castelnuovo di Napoli: dal 17 ottobre 2011 è in vigore l’iniziativa “Differenzia e ci guadagni”, che prevede che, per ogni kg di materiale raccolto, il cittadino riceva una somma pari a 6 centesimi per la carta e 12 centesimi per la plastica (la cifra totale accumulata sarà consegnata al termine del progetto)
    • Capannori, provincia di Lucca: dal 2005 la raccolta differenziata è effettuata ‘porta a porta’ ed ha raggiunto l’82%, con un risparmio di quasi 1 milione e 900 mila euro nel solo 2010 per i bilanci comunali. I cittadini sono qui incentivati alla differenziazione dei rifiuti anche grazie all’introduzione di una speciale tessera magnetica, che consente di accumulare punti proporzionalmente alle rette abitudini in materia di riciclo: ogni 500 punti raggiunti, il comune elargisce poi un assegno di 20 euro.
    • Passo Corese e Fara Sabina, frazioni di Roma: anche qui dal 1 aprile 2010 è attivo un servizio di raccolta differenziata a punti con una tessera personalizzata che memorizza quanti rifiuti sono stati differenziati da ciascun cittadino e fa maturare un bonus economico, detratto, l’anno dopo, dall’importo annuale della tassa sui rifiuti, appunto.

    Laddove le buone pratiche quotidiane non riescono a decollare da sole, ben vengano quindi iniziative di sprone come queste!

    Fonte: Yeslife.it

    Subscribe to EcoPensiero – efficienza e sostenibilità by Email

    DeliciousFacebookLinkedInOknotizieShare